Tag

, , , , ,

21317483_1509328979113744_2904236312316595724_n

 

«Là dove c’è potere c’è resistenza e […] tuttavia, o piuttosto proprio per questo, essa non è mai in posizione di esteriorità rispetto al potere. 
Bisogna dire che si è necessariamente “dentro” il potere, che non gli si “sfugge”, che non c’è, rispetto ad esso, un’esteriorità assoluta, perché si sarebbe immancabilmente soggetti alla legge? 
O che, se la storia è l’astuzia della ragione, il potere sarebbe a sua volta l’astuzia della storia – ciò che vince sempre? 
Vorrebbe dire misconoscere il carattere strettamente relazionale dei rapporti di potere. 
Essi non possono esistere che in funzione di una molteplicità di punti di resistenza, i quali svolgono, nelle relazioni di potere, il ruolo di avversario, di bersaglio, di appoggio, di sporgenza per una presa. 
Questi punti di resistenza sono presenti dappertutto nella trama di potere»
Michel Foucault, La volontà di sapere, pp. 84-85.